IN THE HEART OF MONFERRATO : CASALE VIGNALE AND MONCALVO

IN THE HEART OF MONFERRATO : CASALE VIGNALE AND MONCALVO

470 per person

Un fine settimana ricco di cultura, enologia, gastronomia e un'esperienza sul territorio imperdibile alla ricerca del tartufo

CHECK AVAILABILITY
What to expect from this tour
Included In the tour price you will also find
  • 2 overnights on half board basis
  • 2 lunches - menus with local dishes
  • Truffle hunting and cellar visit in Vignale
Not included The price of this tour does not include:
  • City tax
  • Entrance tickets to churches and museums
  1. DAY 1- CASALE MONFERRATO

    Arrivo a Casale Monferrato in tarda mattinata e giornata dedicata alla visita della città partendo da Piazza Castello e dall’imponente Castello dei Paleologi, dimora dei Gonzaga fino alla seconda metà del Cinquecento, divenuto in seguito fortezza.
    Casale è una delle porte del Monferrato, tra la Pianura Padana e le colline del territorio oggi patrimonio UNESCO. I Gonzaga la resero uno dei centri più prestigiosi d’Europa e lo si può notare durante la visita del centro, ricco di tesori architettonici, edifici civili e religiosi.
    Lasciata Piazza Castello si prosegue alla volta di Via Saffi, ricca di botteghe, negozi e dominata dalla torre civica del XI secolo, uno dei simboli della città. Raggiunta Piazza Mazzini, con al centro il monumento equestre di Carlo Alberto, sosta per il pranzo libero e per acquistare qualche prodotto tipico come i krumiri (ottimi biscotti da provare con lo zabaione caldo!).
    La visita continua con la Chiesa di San Domenico, progettata dal Bramantino, con un portale marmoreo rinascimentale e all’interno opere di scuola fiamminga e dipinti del Moncalvo; la Cattedrale di Sant’Evasio, in stile gotico- romanico con la sua Cappella
    nella quale sono conservate le reliquie del santo; la Sinagoga, edificata nel 1595, straordinario esempio di architettura tardo barocca, con stucchi, ori e preziosi arredi lignei.
    Altra tappa importante è il Museo Civico e Gipsoteca Bistolfi, un tempo Convento di Santa Croce, oggi sede di importanti collezioni d’arte, da Guglielmo Caccia ad Angelo Morbelli, oltre ad opere dello scultore casalese Leonardo Bistolfi. Molto interessante è la mostra permanente dedicata all’esploratore Carlo Vidua, con una raccolta di reperti provenienti dai suoi viaggi in tutto il mondo.

  2. DAY 2 - VIGNALE MONFERRATO

    Dopo la colazione in hotel, trasferimento a Vignale Monferrato, piccolo borgo sulla sommità di una dolce collina patrimonio UNESCO, tra Alessandria, Casale Monferrato e Asti, dove avrete il piacere di scoprire la tradizione e la filosofia adottata da una bellissima cantina vinicola, sulla produzione biologica del vino, oltre a poter visitare il loro Infernot.
    A pochi passi dall’azienda vinicola, immersi in un ambiente incontaminato, scoprirete il duro ma affascinante lavoro che c’è dietro alla ricerca dei tartufi, un’esperienza unica con esperta trifulau e il suo cane ,che vi farà conoscere uno dei tesori più preziosi del territorio.
    Rientrati in cantina, degustazione di vini locali, come Barbera, Grignolino, Freisa e pranzo a Vignale in un’elegante trattoria con che si affaccia sulla valle circostante, in cui i sapori tipici monferrini sono i protagonisti assoluti dei piatti proposti. Nel pomeriggio rientro in hotel per qualche ora di relax nella spa della struttura o passeggiata nel vicino complesso, inserito all’interno dei patrimoni dell’umanità
    UNESCO del Sacro Monte di Crea, situato in una delle più alte colline del Monferrato. La Chiesa, il parco e il percorso lungo le 23 cappelle che termina con la riccamente decorata Cappella del Paradiso, rendono il sito una piacevole meta dal punto di vista religioso, artistico e naturalistico. Rientro in hotel per la cena e il pernottamento.

  3. GIORNO 3 - MONCALVO

    Colazione in hotel e partenza per Moncalvo, una delle più piccole città d’Italia oggi bandiera arancione del Touring Club. L’antichissimo borgo sorge su un colle nel cuore del Monferrato, raccolto in una cinta muraria del Trecento, da cui è possibile ammirare il panorama dall’alto dei torrioni sulla piazza centrale del mercato. Il centro è composto da viuzze ricche di botteghe ed edifici nobiliari, come il Palazzo
    Testa Fochi della prima metà del Cinquecento, il Palazzo Mancorda e casa Lanfrancone; da chiese ricche di opere di famosi artisti locali come Guglielmo Caccia detto il Moncalvo e della figlia Orsola (Chiesa di San Francesco e della Madonna delle Grazie). Inoltre si può ammirare la facciata dell’unica sinagoga europea costruita su una piazza principale.
    Per gli appassionati di arte, è presente il Museo Civico che conserva opere di Morandi, Modigliani e Chagall, oltre ad altri artisti monferrini ed internazionali. Pranzo in ristorante al centro del paese, dove si potranno provare i piatti tipici monferrini, dalla carne cruda di fassona, agli agnolotti monferrini e il bollito misto alla piemontese.
    Nel pomeriggio qualche ora a disposizione per ricercare qualche eccellenza enogastronomica e artigianale locale, in aziende che da anni, oltre alla produzione di vini, hanno un allevamento importante di caprini dai quali trae il latte per produrre formaggi caprini freschi e stagionati. Oppure lo storico Pastificio, nel cuore di Moncalvo, dove ritroviamo le tradizioni piemontesi dagli antipasti al dolce.