Langhe e Roero

Sono due regioni storiche situate a cavallo tra le provincie di Cuneo e Asti, costituite da un sistema collinare definito dal corso dei fiumi Tanaro, Belbo, Bormida di Millesimo e Bormida di Spigno. E’ una regione collinare ricoperta di prati, vigne, noccioleti e boschi di castagne. Nel dialetto piemontese il termine Langa indica particolari colline alte fra i 400 (bassa langa) e i 900 metri (alta langa). A sinistra del Tanaro si estende il Roero, che prende il nome dai Signori che dominarono questo territorio per molto tempo; agli occhi del visitatore quest’area si presenta divisa in due: la parte occidentale caratterizzata da un altopiano e quella ad oriente formata da un labirinto di colline. Il 22 giugno 2014 le Langhe e il Roero, assieme al Monferrato, sono ufficialmente entrate a far parte del patrimonio mondiale dell’umanità, durante la trentottesima sessione del comitato Unesco a Doha, in Qatar. Numerosi sono i centri che si possono scoprire: da Barolo a Barbaresco; ad Alba capitale delle langhe; a Bra città barocca e patria dello slow food; all’alta langa e al fascino della sua natura boschiva con i suoi noccioleti e le sue numerose varietà di formaggi; alla bassa langa, zona famosa per i sui pregiati vini e patria del tartufo.